Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri la tua area riservata: Registrati Entra Scopri l'Area Riservata: Registrati Entra
Home / Rassegne stampa

La Rassegna Stampa di Arianna Editrice

La miglior difesa...è la guerra

il 13/11/2005

Il ministro della difesa Antonio Martino ha voluto ieri fare il punto sull’attuale situazione delle nostre forze armate ribadendo anche, sfortunatamente per noi, l’eterna e devota sottomissione alle truppe Nato, sempre più strumento dell’imperialismo militare a stelle e... continua a leggere

Nessuna via d'uscita

il 13/11/2005

Nella trascrizione per la stampa di questo colloquio, Amy Goodman – la conduttrice del programma radiotelevisivo statunitense Democracy Now! – intervista l’avvocato Joshua Colangelo-Bryan in merito ad una recente visita alla prigione militare Usa di Guantanamo ... continua a leggere

Se la lobby europea dell'atomo s'inventa il nucleare ecologico

il 13/11/2005

E' partita la campagna in favore di reattori «sicuri, puliti ed economici...» «Who is Lorenzo Cesa?». Tutto comincia con la domanda della collega inglese che mi prende di sorpresa mentre analizza i risultati del vertice Europeo di Hampton Court, sbandierato dalla presidenza britannica... continua a leggere

Russia al collasso entro il 2015?

il 13/11/2005

SOS PER LA FEDERAZIONE IL FUTURO È A RISCHIO Rapporto della Cia: minata da malattie, droga e alcol E se dopo essere sopravvissuta al comunismo la Russia si dissolvesse, precipitando da un giorno all'altro in un'epoca paragonabile a quella dei torbidi, nel 1605, quando... continua a leggere

Incubo TAV

il 13/11/2005

Considerazioni spesso amare sulle possibili conseguenze dei lavori per il "Treno ad Alta Velocità". La storia che voglio raccontarvi parla di grandi capitali e di piccoli uomini, di treni che correranno vuoti a 300 km/h dentro a gallerie scavate nell'uranio... La storia che... continua a leggere

La vera ragione della crisi con l'Iran

il 13/11/2005

«Il petro-euro scalza il petro-dollaro: è la vera ragione della crisi con l'Iran» L'analisi di William R. Clark autorevole ricercatore americano esperto di petrolio<p> Peccato che quasi tutti i giornalisti di questo paese si siano messi a lanciare strali invece di verificare... continua a leggere

Una base statunitense in Paraguay

il 13/11/2005

El HispanoNei primi giorni di luglio 2005, 500 marines, con aerei, armi ed equipaggiamenti sono andati a formare una base a Mariscal Estigarribia (Paraguay), una cittá di poco piú di 30.000 abitanti a 250 km dalla frontiera con la Bolivia. Il Senato paraguayano ha approvato una legge che dá... continua a leggere

Calcio e cambiali

il 13/11/2005

L'Inter di Moratti e del tronchetto dell'infelicità, quest'ultimo onnipresente sui giornali a spiegarci che la banda larga è il futuro dell'Italia quando negli altri Paesi è già presente, e nelle università ad ammorbare gli studenti con i suoi discorsi, ha avuto un lampo di genio. Ha... continua a leggere

La Francia s’incendia?

il 13/11/2005

« Che cosa aspettiamo per mettere tutto a fuoco ? » diceva non molto tempo fa una canzone del gruppo rap NTM (« Nique Ta Mère »). La risposta non si è fatta attendere. Oltre 3000 vetture bruciate, ginnasi, depositi di carburante, magazzini e rimesse d’autobus incendiati, pallottole... continua a leggere

Il Brasile di Lula da Silva, nucleare e Terzo mondo

il 13/11/2005

Secondo una recente notizia di agenzia il Brasile sarebbe riuscito a ultimare la costruzione di un reattore nucleare che dovrebbe essere usato per equipaggiare il primo sottomarino alimentato con energia atomica. Il progetto conosciuto con l'acronimo Snac-2 è stato lanciato nel 1979 in parallelo... continua a leggere

La periferia delle periferie

il 12/11/2005

La cittadina di Evreux, in Normandia, ha conosciuto la fama delle rivolte scoppiate nelle periferie di Parigi. "Il vero problema è che i ragazzi qui non sentono di appartenere a niente, né alla Francia né al mondo arabo. La vita è dura quando ti ritrovi a vivere in un paese 'francese' come... continua a leggere

Una nuova aristocrazia globalizzata sta emergendo

il 12/11/2005

Aveva ragione Lionel Jospin nel denunciare "una nuova casta dominante", "un'aristocrazia" che "emerge da un'implicita alleanza tra i capi di grandi società, finanzieri, direttori di alto livello dei settori industriale e dei servizi, alcuni burocrati di alto livello ed esponenti dei mezzi di... continua a leggere

L'idiota americana: una tragedia in divenire

il 12/11/2005

Come risultato del sordo impatto dell’11 settembre sulla nostra nazione, i giornalisti hanno scoperto la crescita, prossima alla paranoia, di una vendetta contro le persone che tentano di svelare comportamenti scorretti da parte del governo. In crescendo gli ufficiali governativi hanno... continua a leggere

Falluja, mon amour

il 12/11/2005

L’Iraq è stato invaso dagli Stati Uniti e dai loro alleati perché accusato di nascondere armi di sterminio.Le armi di distruzione di massa non sono state trovate.Gli americani non si sono scoraggiati e hanno usato le loro. A Falluja la popolazione civile è stata uccisa... continua a leggere

La BBC e Fallujah: Crimini di guerra, bugie e omertà

il 12/11/2005

La TV di stato italiana, la RAI, ha trasmesso un documentario che accusava i soldati americani di aver usato bombe al fosforo bianco contro civili nella città irachena di Fallujah. Stamattina, mercoledì, 9 novembre 2005 sul sito della BBC News, con il titolo L'uso di armi incendiarie... continua a leggere

I brogli 'democratici' di Kabul

il 11/11/2005

A quasi due mesi di distanza dalle elezioni parlamentari dello scorso 18 settembre in Afghanistan, le autorità di Kabul non hanno ancora diffuso i risultati definitivi del voto.Troppi sono stati i casi di brogli, le irregolarità e le frodi nel procedimento di voto che la comunità... continua a leggere

Messaggio trasversale...

il 11/11/2005

Rispondo ad una mail in maniera "pubblica" per una riflessione comune.Mi scrive:caro signor fini, io la stimo come giornalista e opinionista. le contesto un solo fatto: la sua idiosincrasia per destra/sinistra rischia di portarla verso il qualunquismo, allo stesso modo di gaber.credo che il non... continua a leggere

Rivolta...

il 11/11/2005

La rivolta delle banlieu parigine non si ammanta delle vecchie ideologie di sinistra o di destra. E' una rivolta e basta. Non segnala nemmeno, come vorrebbe qualcuno, il fallimento dell'integrazione etnica e culturale, ma piuttosto quello di un modello di sviluppo che, dopo essersi dimostrato... continua a leggere